12 marzo 2011

gathering weeds for lunch

Spesso di mattina facciamo un giretto fuori,
ma alle volte il libro è troppo interessante,


e la stufa regala un calore che non si riesce ad abbandonare facilmente...

ma siamo in tanti e la compagnia non manca:
cagna, gatta, un bimbo di 5 anni e una bambina di 10 fa già un bel gruppetto!
Prima incontro: visitiamo uno per uno i nostri alberi da frutto per osservare le loro gemme 
ed immaginare i frutti maturi


L'albicocco è quasi pronto a fiorire...


il pesco invece comincia solo ora a mostrarci la tonda peluria delle sue gemme da frutto...



il gelso invece sembra ancora dormiente, ma le sue gemme, così nascoste 
stanno gonfiando, prendendo un color porpora


e il ciliegio che sembra gonfiarsi di giorno in giorno è un illusione: 
lui ci mostra le gemme gonfie ma le gemme da fiore non sono per nulla pronti.

Adesso siamo arrivati alla nostra meta (e il bimbo che leggeva si è interessato alla nostra escursione):
 l'orto è una fonte ricchissima di tarassaco (girasole)
che noi intendiamo mangiare per pranzo...al inizio i bimbi piu piccoli, si scoraggiono:
"ma mamma, non ce ne sono" e si mettono a litigare per scavare quell'unico che trovano tutti insieme.


Ben presto però, si rendono conto che è una caccia a un tesoro molto generoso ed abbondante 


ed ognuno si calma, interessato a ciò che trova e che non è sempre quella piantina verde e nascosto:
ce chi trova una lumaca--"ma che viscido! cosa ci fa lì??" 
e chi salva il verme che è attorcigliato attorno le radici del tarassaco
chi scopre le prime viole --"ma come mai dopo un po non profuma più?"
chi si meraviglia alla tenacia di sopravvivenza che ha la pianta di tarassaco
--"ma come fa ad essere infilato così nel muretto?" 
e chi offre risposte--"il tarassaco ha semini piccolissimi che volano 
e così riescono ad infilarsi in posti che non penseresti possibile" (risposta della 10enne al 7enne)
ce chi scopre l'interno delle gemme dei fiori di girasole hanno già ogni semino pronto
--"ma sembra il cuore di carciofo"
"è già giallo dentro...com'è possibile, mamma?"


Quanti cose si apprendono in un momento così semplice come raccogliere delle erbacce dal proprio orto?

Sono momenti così che appagano la fatica psicologica di andare contro corrente, tenendo i propri figli a casa anziche mandarli a scuola.  Ma non finisce li...ogni momento del giorno è un momento di apprendimento e dopo averli lavati e cucinati, giacomo annuncia "mi piacciono raccogliere ma mangiarli no--ti lascio mangiare i miei, mamma" ma shanti quest'anno li piacciono, e li mangia volentieri: il tarassaco è una verdura un pochino amaro, e si impara con gli anni ad apprezzarla.  Non ce bisogno incoraggiarli a mangiarli, tanto meno forzarli, il semplice atto di raccoglierli e vederci gustarli con gioia, anno dopo anno sarà l'incentiva vincente.

(acquarello di GinetteCreations su Etsy)

8 commenti:

  1. Thank you so very much for showing my painting in your wonderful Blog. I love it.
    Grazie così molto per mostrare la mia pittura nel tuo bellissimo blog. Mi piace.

    RispondiElimina
  2. oh, thank you for letting me put a little sunshine in my grey almost spring day!
    you do such lovely work, I will be sure to be "borrowing" more of your images, if you are willing!
    xxxmelissa

    RispondiElimina
  3. Bello il tuo racconto di quotidianità!!
    Bello davvero!

    RispondiElimina
  4. grazie sara! è importante per me cogliere questi attimi, che saranno "gli ultimi" con i miei bambini da piccoli...mi dispiace già che non l'ho fatto prima...sto prendendo proprio gusto. Tenere un blog mi fa piu consapevole delle nostri attimi...
    carpe diem!
    xxxmelissa

    RispondiElimina
  5. Anche da noi nel bellunese c'è l'usanza di andar per "radicci"! La cosa buffa è che...io ho l'usanza tedesca di portare i bambini nei prati in cerca di qualche ovetto di cioccolata perso dai conigli pasquali! Sono distratti. Stanno preparando le uova per Pasqua, ma se ne perdono sempre qualcuna! L'anno scorso eravamo in un prato in cerca di uova...e abbiamo visto proprio dei signori che raccoglievano radicchietti! I miei figli non hanno capito subito cosa stessero facendo! Sono andati a vedere nei cesti perché avevano paura che quei signori avessero trovato più uova di loro! :D
    Ammiro tanto la vostra scelta di fare homeschooling. La scuola pubblica lascia veramente poco tempo per gustare certi momenti...

    RispondiElimina
  6. anche noi abbiamo l'usanza dei conigli pasquali :)
    ma non ho mai fatto prima di pasqua...adesso lo farò! che carino!
    xxxmelissa

    RispondiElimina