16 dicembre 2011

article

 Here is an interesting read on how Education is approached in Finland.


"Ever since Finland, a nation of 5.5 million, that does not start formal education until age 7 and scorns homework and testing until well into the teenage years, scored at the top of a well-respected intertnational test in 2001 in math, science and reading, it has been an object of fascination among American educators and policy makers.

Finlandophilia only picked up when the nation placed close to the top again in 2009, while the United States ranked 15th in reading, 19th in math and 27th in science. "

good reading!

26 ottobre 2011

from the plant to colour...

The following is the theme that some of our most interesting explorations have been following,  accompanied by my dear friend and weaving teacher, Adele Vigo.  She is taking us on a tour thru the magic world of colour and plants.
tinta ottenuta con le bacche di fitolacca

LABORATORIO DIDATTICO: COLORARE CON LE PIANTE

controluce di una seta che abbiamo tinto con la vergadoro      

"l' occhio deve saper guardare per vedere che il mondo vegetale è verde come la Primavera, giallo come il sole dell' estate ,vermiglio come l'autunno
e bruno come l'inverno"

basta allungare la mano e saper osservare,

possiamo fare l'inchiostro con la bollitura del mallo di noce, l 'acquerello con la macerazione di fiori e frutta e foglie,la tempera con l'aggiunta dell'albume dell'uovo...

Queste attività oltre allo scopo di imparare a conoscere la natura che ci circonda, ci fa conoscere la chimica perchè l'acetato di ferro non è altro che aceto con chiodi di ferro arrugginiti e lasciati a depositare per qualche giorno e così via.
inoltre ci invita a non essere dipendente dal prodotto già confezionato,ma a cercare di essere il più autosufficiente possibile
bagno di tintura della vergadoro
Questa è una buona pratica che permette più autonomia a tutti noi!

ogni stagione ha i suoi segreti!
- la primavera con i primi germogli e le tenere foglie
-l'estate la stagione dei frutti,delle bacche colorate e succose
-l'autunno,stagione colorata per eccellenza, è il momento che la campagna diventa una tavolozza di colori che ispira ogni pittore e noi possiamo sfruttare le foglie e le bacche.
-l'inverno, è il momento dove si possono raccogliere le radici e le cortecce perchè la pianta è addormentata.


adele con delle stoffe appena tinte

peter pan

20 ottobre 2011

a homeschooling questionaire...

 
Ho scoperto l'altro giorno di essere taggata per questo bel gioco-questionario:)
Ringrazio Sybille per avermi inclusa! 
Ho paura che non ho seguito molto bene gli indicazioni (ho offerto sempre piu di un esempio), ma immagino che nessuno mi darà una nota per questo :).

The other day I found I had been tagged to participate in this little "homeschooling game" by Sybille--Thanks for including me!
I'm afraid that I haven't followed the indications very well (I've listed more than one example) but I'm sure no one will be giving me a bad mark for this :).



One Homeschooling Book You Have Enjoyed:
How Children Learn by John Holt (c'è anche un articolo suo in italiano qui)
One Resource You Wouldn't Be Without:  
"Hands on Equations"  (for learning algebra with manipulatives--a wonderful product that makes algebra easy even for 8year olds!).  I also could never be without all the wonderful homeschooling/unschooling blogs and  sites on the internet.
One Resource You Wish You Had Never Bought:
There are many resources that I wish I had never bought 
but because I am unable to use them, 
not because the product is faulty. 
One Resource You Enjoyed Last Year:

One Resource You Will Be Using Next Year:
I cant really guess what we will be doing next year! 
but I am guessing that our "Hands on Equations" will be still in use next year.


One Resource You Would Like to Buy:  
                                                             a full collection of   " Esplorando il corpo umano;"
a full collection of  The Magic School Bus  di Joanna Cole e Bruce Degen 
(I'd like them both in italian and english!) and
we would really like to own a good microscope.


One Resource You Wish Existed:
Sybille said: "A Handbook for Italian Homeschoolers "--I totally agree!
One Homeschool Catalogue You Enjoy Reading:
There arent any in italian...
I love looking at the Nienhuis Montessori catalog:  all it takes is an email to receive a free copy! 

One Homeschooling Website You Use Regularly:
Tag Six Other Homeschoolers / Part Time Homeschoolers:
hmm, also here I couldn't manage to tag only 6...Id still like to tag a few others! 


6 ottobre 2011

I Bruchi e le Farfalle - Caterpillars and Butterflies

Un post di Shanti :)

A post by Shanti :)


Un pomeriggio, 
passando per l'orto
 ho visto sui finocchi dei bruchi piccini piccini, 
e ho pensato di allevarli.
Ho preso un secchiello
 e ci ho messo dentro delle foglie di finocchio insieme ai bruchi.

One afternoon,
passing through the garden
  I saw some tiny little caterpillars on the fennel,
and I thought I would raise them.
I took a bucket
  and I put somfennel leaves inside
along with the caterpillars.






Come potete vedere
sono dei gran mangioni e in pochissimo tempo sono cresciuti.  
Bisogna far sicuro di dargli foglie fresche e succose.



As you can see
they are great eaters and 
grew very quickly.
We must make sure to give them fresh and juicy leaves .




Questo è il primo bruco che si è appeso alla parete del secchiello
prima di diventare  una crisalide.



This caterpillar is the first that hung itself on the wall of the bucket
before becoming a chrysalis.




Questa è la sua pelle dopo la muta.



This is its skin after molting.



Ed ecco la crisalide bella e fatta.


And here's the chrysalis ready-made.







Ed ecco la prima farfalla

And here is the first butterfly.

14 settembre 2011

un incontro in Piemonte sulla scuola famigliare


La tribù dell'Albero 
organizza per il 22 ottobre
 un incontro sulla scuola famigliare con Raffaella Cataldo, 
a Beinette, vicino a Mondovì, Provincia di Cuneo. 
Sotto si trova una copia della locandina. 
Fatelo girare, Grazie!



La Tribù dell'Albero
S.N.U.P.I.E.

Associazione senza scopo di lucro, indipendente e apolitica a norma dell’art.
36 e del Codice Civile L. 7/12/2000 n. 383

organizza:
SABATO 22 OTTOBRE
alle ore 20.30

PRESSO IL SALONE POLIVALENTE
VIALE GEN. C.A. DALLA CHIESA

BEINETTE, provincia di Cuneo

HOMESCHOOLING, ISTRUZIONE FAMILIARE: 

UNA SCELTA DA COMPRENDERE.

Esperienze di scuola parentale: cos’è, chi la pratica, come
e perché.

Con Raffaella Cataldo insegnante e formatrice nella scuola;
homeschooler e autrice di libri per bambini.

Per informazioni rivolgersi : Daniela 3201142747 – Roberta 3393717488

1 settembre 2011

Grass!

Eccoci finalmente, noi oggi abbiamo scelto l'orario Californiano :)

Oggi è stata scelta come "grass art day"
da Sybille di My Art Diary e Paula di Mindful Art.
Da lì, potete visitare anche gli altri che hanno partecipato alla iniziativa!

Ci siamo divertiti molto, ma abbiamo beccato un'influenza per le 2 settimane centrali di Agosto 
(ho passato il mio compleanno reduce di una febbre da cavallo). 
E' per questo che siamo in ritardo! 
Shanti, Bupi e Gio hanno tutti e 3 fatto delle opere, 
ma per ora ci sono solo quelle di shanti ed io
(non sono riuscita a fotografare quelli di Bupi e Gio).
L'insettino alla fine è un'amico che ci siamo incontrato cercando erba.
 

Here we are, finally! We decided to use Californian time (9hours later, lol).

Today was chosen as "grass art day"
From their blogs you can visit the others who have also participated in the project!

We had a whole lot of fun, but we caught the flu in the middle of August...
that's why we are late! 
Shanti, Bupi and Gio all drew something 
but for now there are only those of shanti and I
(I wasn't able to photograph the others).  
The little bug at the end is a friend we met as we searched for grass.












questo è uno dei miei, erba che cresce sulla sponda del fiume Bormida a Millesimo...
this is one of mine, grass growing on the banks of the Bormida river in Millesimo.


questo è uno di Shanti,
this is one of shanti's,


e questo è l'altro dei miei disegni di erba...
this is my other grass piece...


e questo è il nostro (non così piccolo) amico insetto!
and this is our (not so) little bug friend!


Oggi è stata scelta come "grass art day" 
Da lì, potete visitare anche gli altri che hanno partecipato alla iniziativa!


Today was chosen as "grass art day"
From their blogs you can visit the others who have also participated in the project!


31 luglio 2011

walking (our pencils) through the grass

"La grande zolla d'erba" acquerello di Albrecht Dürer, del 1503."
Sybille di Buntblume  e Paula di Mindful Drawing
ci invitano di "camminare" con l'arte sull'erba con leggeri e con attenzione...scrivono:

"Esiste un detto zen che dice: Chi cammina senza cura e senza consapevolezza su un prato, fa male all’erba.
Sarebbe dunque meglio camminare dolcemente, con gentilezza e consapevolezza, apprezzando il soffice muschio e le belle erbe che crescono sotto i nostri piedi. Osservarli bene, sentire il loro profumo, disegnarli.  
Sybille di My Art Diary e Paula di Mindful Drawing vi invitano a disegnare o dipingere erba.
Sí, proprio erba!
Ci sono delle bellissime erbe sulle colline, nei prati estivi, nei campi e nei giardini… provate a dare un’occhiata!
Vi invitiamo a pubblicare poi il vostro disegno o dipinto sui vostri blog il primo settembre e inserire un link ai nostri blog. Anche noi pubblicheremo un link alle vostre opere. In questo modo costruiremo insieme un bel prato sul quale poter camminare apprezzando le opere artistiche sull’erba degli altri."

GRASS
"There is a Zen-saying that when you walk on your lawn not mindful or not caring, you hurt the grass. You should better walk softly, kindly and you should appreciate the soft moss or grass. Look at it, smell it, and draw it.
Sybille at Art Diary and Paula at Mindful Drawing invite you to draw or paint grass. Yes, grass. There are beautiful grasses in the summer meadows, mountains and wild gardens…. have a look at them!
We kindly invite you to put your drawing or painting on your blog on September 1st and link your post with our blogs. We publish your link too. By doing this together we  built a lovely lawn on which we all walk appreciatively and enjoy each others grassy art-work."


Abbiamo già incominciato e non vediamo l'ora per settembre!

24 luglio 2011

Not on the test!

Ebbene, fra non poco ci saranno gli esami di shana e giac, gli esami sono arrivati, passati e sopravissuti, ma io ancora non ho avuto il momento di mettere qui un video che mi piace moltissimo, fa riflettere su quanto di importante viene tralasciato dalla scuola perche "non sarà sulla prova"...



Lyrics
Not On The Test
by John Forster & Tom Chapin
© 2008 Limousine Music Co. & The Last Music Co. (ASCAP)
http://www.notonthetest.com/statement.html  
 
Go on to sleep now, third grader of mine.
The test is tomorrow but you'll do just fine.
It's reading and math, forget all the rest.
You don't need to know what is not on the test.
 
Each box that you mark on each test that you take,
Remember your teachers, their jobs are at stake.
Your score is their score, but don't get all stressed.
They'd never teach anything not on the test.
 
The School Board is faced with no child left behind
With rules but no funding, they’re caught in a bind.
So music and art and the things you love best
Are not in your school ‘cause they’re not on the test.
 
Sleep, sleep, and as you progress
You’ll learn there’s a lot that is not on the test.
 
Debate is a skill that is useful to know,
Unless you’re in Congress or talk radio,
Where shouting and spouting and spewing are blessed
'Cause rational discourse was not on the test.
 
Thinking's important. It's good to know how.
And someday you'll learn to but someday's not now.
Go on to sleep, now. You need your rest.
Don't think about thinking. It's not on the test.  

***
in italiano:
Vai a dormire, mio bimbo di 3a elementare.
Il test è domani, ma andrà tutto bene.
Sarà sulla lettura e la matematica, dimentica tutto il resto.
Non hai bisogno di sapere di ciò che non è sulla prova.

Per ogni casella che farai croce, per ogni test che farai,
Ricordati dei tuoi maestri, è il loro lavoro che è in gioco.
Il tuo voto è il loro voto, ma non ti stressare.
Non ti insegneranno mai qualcosa che non sarà sulla prova.

Il consiglio della scuola ha di fronte "Nessun Bambino Lasciato Indietro"
Con le regole, ma nessun finanziamento, sono messi allo stretto in un vicolo cieco.
Così la musica e l'arte e le cose che ami di più
Non si fanno a tua scuola perche non sono sulla prova.

Dormi, dormi, e, man mano che vai avanti
Imparerai che c'è tantissimo che non ce sulla prova.

Il dibattito è una capacità utile conoscere,
Meno che non siate al Congresso o su un "talk radio,"
Dove urlare e sputare e dire parolacce sono benedetti
Perche il discorso razionale non era mai sulla prova.

Pensare è importante. E' importante saperlo fare.
E un giorno lo imparerai ma quel giorno non è oggi.
Vai a dormire, ora. Hai bisogno di riposare.
Non pensare di pensare. Non è sula prova.

23 luglio 2011

Coming home!

E' strano guardare queste foto...foto che sembrano di tanto tanto tempo fa...eppure, sono passati solo 6 settimane...sei settimane (beh ora sono di più, 8 forse-- non sono riuscita a postare prima! hi hi hi, ora è quasi agosto...ma ci provo lo stesso!) di cui 5 abbiamo, io e giogio, passato in ospedale.  Queste foto che seguono sono  quelle di quel fatidico giorno, bellissimo, pienissimo di eventi ma che ha culminato con un incidente di casa che ci  ha portati lontano da casa per così tanto tempo, sospeso per un po su un filo fine fra vita e morte.

It's strange for me to look at these photos, they seem to be from so long ago...yet it's been only 6 weeks...six weeks (well, now its been longer, 8 weeks maybe, I haven't managed to post sooner! hee hee hee, now it's almost August, but I'll try posting anyway!) of which 5 we have spent, giogio and I, in the hospital. These photographs were taken that very same fateful, beautiful day, so full of interesting things that we had done together, that ended with an accident that took us so far from home, for such a long time, hanging for a while from a fine thread between life and death.

in giro per le colline
going about the hills

a cercare germogli di orchidee
searching for budding orchids

a visitare la nostra cara vicina di casa,
passing by the house of our dear neighbor,


a suonare i tamburi
playing the drums for a while





spesso si dimentica che la vita è solo ora e adesso...
di prenderne cura delle cose piccole, ora e adesso,
 perche domani non ci è mai garantito.

too often one forgets that Life is only here and now,
one forgets to cherish the little things, here and now, 
one forgets that tomorrow is never garanteed.

xxmelissa


18 giugno 2011

A manifesto for Play

Mercoledì i miei bambini hanno partecipato al'esame d'ideonità.  E' la quarta volta per la mia shana, e la seconda per bupino...non è stato un'esperienza così positiva quest'anno, e nonostante sono "ovviamente molto intelligenti" pare che li sto penalizzando perche non do a loro i "pari opportunità di apprendimento"che un'educazione pubblica è strutturata a provvedere. Pare che, non avendoli forzato di memorizzare i parti del discorso li stia danneggiando i loro futuri lavorativi.
Bene, questo video è la mia risposta. Steve Keils parla di Bulgaria, ma la verità è che potrebbe essere qualunque luogo nel mondo...perche la filosofia pedagogica prevalente ovvunque alla fin fine disapprova la giocosità, vuole che il bambino cresca, che sia "uomo" responsabile e serio, che ubbedisce e non agisce spontaneamente.
Vi chiedo, a quale prezzo psicologoico però? quale prezzo paga i nostri bambini, la nostra società per averli soffocato la spontaneità dell'loro apprendimento fatto di gioco, di giocare giorno dopo giorno?
La traduzione dal inglese all'italiano delle sue parole segue dopo il mio intro.

Sulla stessa tema,vi invito alla lettura di una bella discussione
sul forum di Nontogliermiilsorriso.org legata a un'articolo del omonimo sito.

A chi mi seguiva, volevo solo dire che ho molti post arretrati
 per via di un grave incidente che abbiamo avuto l'inizio aprile con mio figlio piu piccolo, Bebe "sfasciacarrozza" ...lui ora sta bene, è quasi come prima. Appena riesco, avrò molto da condividere!
 baci a tutti.
xxxmelissa
§§§
Wednesday, my children took their annual homeschooling exams. It's Shana's 4th exam and the second for Bupino...it wasn't a positive experience this year, e even though the are "ovviously very intelligent" it seems that I am penalizing them because I am not giving them the "equal learning opportunities" that a public education is structured to provide. It seems that because I am not forcing them to memorize the various parts of speech (grammar), I am ruining their occupational future.
Fine then, this video i my risponse.  Steve Keils speaks of Bulgaria, the the truth is he could be speaking of any place in the world...because the prevalent pedagogic filosophy everywhere in the end disapproves play and playfulness, desires the child grows up, the he becomes a "man", responsable and serious, that obeys and does not act spontaneously. 
Yet psycologically speaking, what price will our  children, our society pay for suffocating their  spontanious, playful learning, day after day?


I have many unpublished posts backed up and waiting for me due to a terrible accident that my smallest boy, Bebe "sfasciacarrozza" had in April...he is well now, almost like new.  
xxxmelissa
§§§§§

Steve Keils:
Un Manifesto per il Gioco
da Youtube/ TED Talks

"Okay, son qui oggi per far partire una rivoluzione. Prima che alziate le armi, o irrompiate in un canto, o scegliate un colore preferito, vorrei definire cosa voglio intendere con la parola "rivoluzione": intendo un cambiamento drastico e di vasta portata nei nostri modi di pensare *e* agire.
'Perchè, Steve, Perchè c'è bisogno di una rivoluzione?'
Abbiamo bisogno di una rivoluzione perché le cose semplicemente non funzionano. Non funzionano. E questo mi rende proprio triste, perché sono stufo e stanco di vedere che le cose non funzionano. "

Steve poi va avanti a descrivere la Bulgaria e come va male...

"siamo infelici, abbiamo un'educazione pessima, e abbiamo le aziende peggiori d'Europa"

"sono fatti, non è finzione, non è una mia cospirazione contro la Bulgaria"
"abbiamo bisogno di un cambiamento drastico per trasformare il modo di pensare e agire...."

e poi spiega il perché:

"Quindi, come è successo tutto ciò?? Come?!
credo che siamo gli ultimi a causa del fatto che ci ostacoliamo da soli e ci tratteniamo unicamente perché non apprezziamo il gioco. ... non apprezziamo il giocare, infatti lo svalutiamo e per questo ci ostacoliamo da soli. "

"Lo svalutiamo in 3 aree:
sociale: 45 anni di comunismo dove si tiene lo stato e la società sopra l'individuo, schiacciando inavvertitamente la creatività, l'espressione individuale e l'innovazione. Ed invece cosa apprezziamo? "
" E' risaputo che come si applica, genera, ed usa la conoscenza è influenzato dal nostro contesto sociale ed istituzionale. E cosa ci ha insegnato? ci ha insegnato ad essere SERI. Essere Seri. E' così!! Non so quante volte nel parco sono stato sgridato perche ho lasciato i miei bambini giocare per terra. ... snip...Mi è stato detto da nonni e nonne che non dovremmo lasciare i nostri bambini giocare così tanto perche la Vita è Seria e bisogna prepararli per la serietà della Vita."

"Abbiamo un meme- serio (gene) della società che ci infetta da 45 anni che ha creato quello che chiamo "il fattore Nonno"...e spiega come le donne vogliono un bimbo, poi devono tornare al lavoro quindi lo danno al nonno ma il nonno ha una serissima infezione della durata di 45 anni del meme-serio. "quindi cosa succede? Lui passa quel virus al Bebè, che impiegherà molto molto molto tempo della foresta delle sequoia prima che quel "meme-serio" riesca ad uscire dal nostro sistema operativo."

"quindi questo ci porta all'educazione: dove abbiamo una sistema antiquato, che è cambiato pochissimo, che richiede l'apprendimento meccanico, memorizzazione e standardizzazione, e svaluta e mette in dubbio l'espressione individuale, l'esplorazione autonoma di sè, il domandare, il dubitare, la creatività, e il gioco."

"E' un crimine che il nostro sistema educativo sia così serio, che l'educazione sia seria, che stiamo creando lavoratori non pensanti, robotici, per mettere bulloni nei buchi. Ma mi dispiace, i problemi di oggi non sono i problemi della rivoluzione industriale. Abbiamo bisogno di adattabilità, l'abilità di imparare come si impara, di essere creativi, essere innovativi. Non abbiamo bisogno di lavoratori meccanizzati, no.
Ma poi il "meme-serio" entra nei luoghi di lavoro dove non si apprezza giocare, dove creiamo lavoratori robotici che trattiamo come asini, cose che ci possiamo permettere di buttare via. "

"Quali sono le qualità di un posto di lavoro bulgaro?
Autocratico: 'fai come ti dico perche io sono il capo, sono il capo e so meglio di te.'
Diffidente: 'Ovviamente sei un criminale quindi devo installare video camere.'
Regolamentativo (?lol?): 'Sei ovviamente un idiota quindi ti devo preparare a un sacco di processi da seguire, così non uscirai mai dalla scatola (step out of the box).'
Restrittivo, limitativo: 'non usare il tuo cellulare, non usare il tuo laptop, non usare internet,' -- in qualche modo quello è non professionale e inefficiente, e alla fine della giornata è insoddisfacente perché controllato, restretto, limitato, e non apprezzato.
E non stai divertendoti in nessun modo."

"Noi, socialmente, nell'educazione e nel lavoro non apprezziamo il Gioco. Ecco perché siamo gli ultimi. Non apprezziamo il gioco. Voi potete dire 'questo è ridicolo, Steve. Che idea ridicola, giocare non può essere la soluzione al problema... é solo giocare--che cosa stupida, che abbiamo questo "meme-serio" dentro di noi."

"Beh io devo dire NO. Vi proverò nella prossima parte del discorso che il gioco è il catalizzatore, la rivoluzione che possiamo usare per trasformare la Bulgaria in meglio."

"I nostri cervelli sono cablati, fatti, per giocare. L'evoluzione ha selezionato, attraverso milioni e bilioni di anni, il gioco negli animali e negli umani. E sapete una cosa? L'evoluzione fa un fantastico lavoro nel deselezionare caratteristiche che sono svantaggiose per noi, e selezionare caratteristiche che diano un vantaggio competitivo. La Natura non è stupida e ha selezionato 'la capacità di Giocare.'"

il video prosegue ed io tradurrò il resto con calma.
xxxmelissa






23 marzo 2011

math games

questo disegno è di Shirae su Etsy.com


un paio di link che mi sembravano interessanti...

qui ce un free download per un video gioco per apprendere tutti le operazioni

qui ci sono giochi per praticare le multiplicazioni, gratuiti


questo devo ancora leggere per bene, ma mi sembra molto interessante --è un gioco "di società"  da 6 anni in su, che usa le equazioni...



qui ci sono giochi di tutti tipi, ma io stavo guardando quelli per la matematica

questo gioco sembra bello anche!

e ce pure questo qui, che mette la musica con la matematica

12 marzo 2011

gathering weeds for lunch

Spesso di mattina facciamo un giretto fuori,
ma alle volte il libro è troppo interessante,


e la stufa regala un calore che non si riesce ad abbandonare facilmente...

ma siamo in tanti e la compagnia non manca:
cagna, gatta, un bimbo di 5 anni e una bambina di 10 fa già un bel gruppetto!
Prima incontro: visitiamo uno per uno i nostri alberi da frutto per osservare le loro gemme 
ed immaginare i frutti maturi


L'albicocco è quasi pronto a fiorire...


il pesco invece comincia solo ora a mostrarci la tonda peluria delle sue gemme da frutto...



il gelso invece sembra ancora dormiente, ma le sue gemme, così nascoste 
stanno gonfiando, prendendo un color porpora


e il ciliegio che sembra gonfiarsi di giorno in giorno è un illusione: 
lui ci mostra le gemme gonfie ma le gemme da fiore non sono per nulla pronti.

Adesso siamo arrivati alla nostra meta (e il bimbo che leggeva si è interessato alla nostra escursione):
 l'orto è una fonte ricchissima di tarassaco (girasole)
che noi intendiamo mangiare per pranzo...al inizio i bimbi piu piccoli, si scoraggiono:
"ma mamma, non ce ne sono" e si mettono a litigare per scavare quell'unico che trovano tutti insieme.


Ben presto però, si rendono conto che è una caccia a un tesoro molto generoso ed abbondante 


ed ognuno si calma, interessato a ciò che trova e che non è sempre quella piantina verde e nascosto:
ce chi trova una lumaca--"ma che viscido! cosa ci fa lì??" 
e chi salva il verme che è attorcigliato attorno le radici del tarassaco
chi scopre le prime viole --"ma come mai dopo un po non profuma più?"
chi si meraviglia alla tenacia di sopravvivenza che ha la pianta di tarassaco
--"ma come fa ad essere infilato così nel muretto?" 
e chi offre risposte--"il tarassaco ha semini piccolissimi che volano 
e così riescono ad infilarsi in posti che non penseresti possibile" (risposta della 10enne al 7enne)
ce chi scopre l'interno delle gemme dei fiori di girasole hanno già ogni semino pronto
--"ma sembra il cuore di carciofo"
"è già giallo dentro...com'è possibile, mamma?"


Quanti cose si apprendono in un momento così semplice come raccogliere delle erbacce dal proprio orto?

Sono momenti così che appagano la fatica psicologica di andare contro corrente, tenendo i propri figli a casa anziche mandarli a scuola.  Ma non finisce li...ogni momento del giorno è un momento di apprendimento e dopo averli lavati e cucinati, giacomo annuncia "mi piacciono raccogliere ma mangiarli no--ti lascio mangiare i miei, mamma" ma shanti quest'anno li piacciono, e li mangia volentieri: il tarassaco è una verdura un pochino amaro, e si impara con gli anni ad apprezzarla.  Non ce bisogno incoraggiarli a mangiarli, tanto meno forzarli, il semplice atto di raccoglierli e vederci gustarli con gioia, anno dopo anno sarà l'incentiva vincente.

(acquarello di GinetteCreations su Etsy)